Categoria: Curricoli per competenze

Modelli di curricoli per competenze chiave articolati anno per anno

Di seguito si propongono i modelli di curricoli per competenze chiave, basati sulle Indicazioni 2012, articolati anno per anno.

Non cambiano, ovviamente, le competenze chiave, né quelle culturali specifiche, che restano sempre uguali; vengono sgranate nel tempo le abilità e le conoscenze.

Si precisa, però, che questi curricoli rappresentano meri esempi di metodo e non costituiscono in alcun modo indicazioni d’obbligo. Le scuole potranno utilizzarli come ispirazione per i propri, apportando tutte le modifiche che riterranno opportune, specialmente nella scansione e nel contenuto delle micro-abilità e delle conoscenze.

Ricordiamo, infatti, che le Indicazioni sono prescrittive solo nei Traguardi. Gli obiettivi rappresentano indicazioni e piste di lavoro per le abilità e le conoscenze e si prestano, quindi, alla rielaborazione e interpretazione delle scuole autonome. Nei modelli di curricolo suggeriti gli obiettivi delle Indicazioni diventano “abilità” e forniscono materiale per la formulazione delle “conoscenze”. I Traguardi rappresentano le “evidenze”, che vengono poi declinate nei livelli della padronanza.

Curricoli_competenze_annuali

Modelli di curricoli generali per competenze chiave, basati sulle Indicazioni 2012

In allegato, sono riportati dei modelli di curricoli per competenze, organizzati secondo le competenze chiave europee (Raccomandazione 18.12.2006) e basati sulle Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di Istruzione del 2012.

Sono consultabili il modello di curricolo per la scuola dell’Infanzia e quello per il primo ciclo.

Curricolo_Infanzia_Indicazioni_2012

Curricolo_1_Ciclo_Indicazioni_2012

Sono anche reperibili delle brevi presentazioni per ciascuno.

Presentazione_Curricolo_ primo_ciclo_Indicazioni2012

Presentazione_curricolo_infanzia_Indicazioni2012

Essi sono strutturati per tabelle che riportano la descrizione dei risultati di apprendimento articolati per competenze, abilità e conoscenze; le “evidenze” della competenza, con esempi di compiti significativi per svilupparla; le rubriche con i livelli di padronanza.

I curricoli presentati, potrebbero essere adottati da tutti gli Istituti, dopo attenta riflessione ed eventuali adattamenti, perché si riferiscono fedelmente alle competenze chiave europee e alle Indicazioni.

La realizzazione concreta di tali curricoli, però, compete a ciascun Istituto, attraverso la scelta collegiale dei problemi e dei temi da affrontare per sviluppare le competenze  e la progettazione e realizzazione di percorsi (compiti significativi, unità di apprendimento) che, attraverso l’integrazione delle diverse discipline, permettano agli specifici alunni delle specifiche classi di ciascun Istituto, di sviluppare le competenze previste dalle Indicazioni.

Per l’approfondimento delle questioni relative alla didattica per competenze, si rimanda al testo:

Franca Da Re, La didattica per competenze, Pearson, 2013, richiedibile agli agenti di zona della Pearson o scaricabile dal sito della casa editrice, al link:

http://www.pearson.it/ladidatticapercompetenze